SILVIA PAGLIARINI, DA SEMPRE IN VIAGGIO CON GRANDE PASSIONE

Viaggiatrice dalla nascita!

Ciao a tutti, in questo articolo approfondiamo la conoscenza di Silvia, una viaggiatrice che ha fatto della sinergia e dell’interazione con culture differenti una sua caratteristica.

Lascio parola a Silvia, mi inserirò solamente ogni tanto per qualche domanda..

Ciao a tutti, Daniele di NextHorizon mi ha chiesto di presentarmi e di chiacchierare un po’ con lui per fargli e farvi conoscere qualcosina di me. E io che rispondo? Con piacere vi invito a viaggiare un po’ con me tra dati anagrafici, esperienze di vita e passioni che evolvono.

Iniziando dalle basi, mi chiamo Silvia e sono nata a Verona. Ho studiato matematica ed ora sto facendo un dottorato di ricerca in informatica. Fin da piccola, abituata a viaggiare a all’apertura culturale (cosa per cui non smetterò mai di ringraziare la mia famiglia), ho sviluppato un grande amore per le lingue straniere. Così, zaino in spalla, nel 2016 sono partita ed ho vissuto l’esperienza dell’Erasmus a Barcellona. Nemmeno il tempo di un adios, dopo un anno e mezzo in terre spagnole, per continuare i miei studi mi sono francesizzata (ma non troppo!!) a Bordeaux, dove vivo da più di due anni e resterò fino a fine 2020. 

Nella vita di tutti i giorni, cerco di essere una persona mentalmente aperta, solare ed accogliente. Sono un’appassionata di film, serie tv e libri.

Sono cresciuta tra Notting Hill, Armageddon e Pretty Woman; tra Pollyanna, il giardino segreto e Piccole Donne. Ho letto e riletto quel libro fino a consumarlo, imparando da ognuna delle sorelle March qualcosa di davvero speciale. E rivedendo il film uscito a gennaio, mi sono ritrovata in Jo oggi più di allora..

1. Abbiamo sicuramente una grossa passione in comune, VIAGGIARE e sapere cosa realmente può significare per ognuno di noi! Quali sono le emozioni e le sensazioni che ti provoca un viaggio e cosa ti spinge a coltivare l’anima viaggiatrice

Un’altra delle mie grandi passioni, come dici bene, sono i viaggi e tutto quanto ad essi è collaterale. Sono felice ancor prima di partire solitamente, diciamo quando inizio a scegliere la meta e ne trovo almeno cinque dove “Oddio, vorrei andare qui!”. Quello che mi spinge a coltivare un’anima viaggiatrice è certamente la curiosità di poter ammirare dal vivo luoghi e strutture che mi capita di scoprire dai racconti di altri viaggiatori, di sperimentare usi e costumi di popoli lontani mediante la vicinanza sul campo, di mettermi alla prova affrontando anche viaggi senza tutte le comodità.

2. Hai anche tu un blog di viaggi, parlami un po’ di questa avventura, cosa rappresenta per te, la tua linea di pensiero e dove vorresti che ti portasse.. 

Il blog dici? Ma parli con me? Sono una persona estroversa se messa a mio agio, ma introversa per quanto riguarda le mie idee. Letteralmente da anni vorrei aprire un blog (nei sogni più rosei era un’agenzia di viaggi ma ho dovuto rivedere la cosa, almeno per il momento) ed ho continuato a pensarci e pianificare mentalmente: cosa trattare, come impostarlo, persino che nome dargli.

Ed ecco, a fine 2019, ho deciso di buttarmi aprendo un blog semplice, mirato a condividere le mie esperienze di viaggio, delle pillole che potrebbero essere utili al lettore nel caso volesse scoprire quella meta dal vivo, ma anche le emozioni per provare a portare chi legge a rivivere il momento con me. Nel futuro mi piacerebbe aggiungere una sezione dedicata agli itinerari, ed aiutare le persone a creare il viaggio perfetto per loro.

Quindi, se volete scoprire le tappe per un itinerario nei Paesi Baschi Spagnoli o rivivere con me le emozioni provate in Sri Lanka e Giappone, vi aspetto sul blog!

3. Quali sono i viaggi che ti hanno cambiata, quelli che ti hanno scosso l’anima, quelli che ricorderai per sempre e per quale motivo  

Vado in ordine cronologico. Ricordo sempre con nostalgia le vacanze montane del periodo dell’adolescenza in Val di Pejo. Le giornate tra una camminata e l’altra, le baite, i caseifici e la vita lenta della montagna mi hanno insegnato a rallentare. Chi mi conosce penserà che scherzo, che io non sia capace di rallentare. Ma chi mi conosce bene sa che invece sono capace di farlo, anche se ci ho messo un po’ a capirlo, masterizzarlo e metterlo in pratica.

Poi, credo che i viaggi che mi hanno cambiata di più siano stati quelli in cui ho realmente cambiato residenza. Ovvero l’esperienza di Barcellona e Bordeaux.

Una vita movimentata non solo a livello geografico ma anche emotivo. Partire sembra la scelta più facile agli occhi di molti, ma quasi sempre non lo è. E più che coraggio, ci vuole tanto cuore per riuscire a costruire ed accudire una casa lontana da casa e, soprattutto, per tornare. Insomma, quello che sempre mi scuote, è il viaggio della vita. 

4. Come sei entrata in contatto con NextHorizon, cosa pensi e quali consigli ti senti di dare

Ho conosciuto Daniele e NextHorizon tramite la chat Telegram creata e gestita da Christian e Elena di Insolitotramtravel. Il blog è nato da poco ma sono davvero curiosa delle direzioni che prenderà: non vedo l’ora di scoprirle e, se possibile, partecipare attivamente ad eventuali iniziative! Consigli? Da vera incompetente, per consigli di tipo pratico/web/marketing non credo di essere la persona più adatta. Il mio consiglio è di metterci tutto il cuore per creare una community basata sulla qualità e di non demordere nel perseguire gli obiettivi.


Seguite Silvia su Instagram: silviapagliarini92


Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: